domenica 4 novembre 2012

Ultimi mangiarini.....

Iniziamo con delle torte. Sabato scorso mi è tornata la voglia di fare delle torte. Così, come faccio di solito guardo nel frigo e nella credenza per vedere con cosa posso farle a secondo di ciò che ho a disposizione.
Ho iniziato con una crostata di mele , pinoli, uvetta e cannella che ho cucinato in una pirofila da pane o da Plum-cake. Avevo poco burro per la base, così ho aggiunto l'olio di semi di girasole. Il risultato è stato sorprendente! Il gusto era molto simile alla "Sbrisolona" Mantovana, che dopo i cannoli siciliani è la mia torta preferita. So bene che la sbrisolona va fatta con  farina bianca e con quella di mais, burro o strutto, mandorle, zucchero e tuorli d'uova. Ma comunque, il sapore era davvero quasi identico !


















Poi ho fatto una torta ripiena della marmellata di albicocche che avevo preparato quest'estate.

Anche questa fatta con l'olio di semi di mais, metà farina e metà fecola di patate. Si è mantenuta morbida per tre giorni.


















Passiamo ad un primo semplice ma che piace sempre che ho cucinato questa settimana:
Gnocchetti sardi con broccoletti, un pizzico di peperoncino, aglio, olio, un paio di cucchiai di passato di pomodoro, il tutto a cottura ultimata, saltato in padella con parmigiano reggiano e pecorino sardo.

Giovedì mancava il pane visto che ci siamo scordati per vari motivi di acquistarlo il giorno prima, ho deciso di farne un pò. Pane bianco, e una prova che ho voluto fare, pane con la zucca che avevo cotto precedentemente al forno. Prova riuscita.
Questo pane si mantiene fresco a lungo. Ieri sera l'ultimo pezzo è stato affettato e messo al forno come bruschette con aglio, olio, origano. Un buon profumo anche in casa !!
Per cena venerdì ho cucinato zucca ripiena e casagai.....tipico piatto di polenta e fagioli di  Reggio Emilia, venduto in molte fiere e sagre qui già a fette e caldo da mangiare mentre si passeggia.


















 Le zucchette sono state precedentemente lavate, svuotate, scottate per 10 minuti in acqua bollente e salata, poi riempite con riso, pezzetti di zucca, parmigiano reggiano, pane grattuggiato, noce moscata, prezzemolo, cipolla tritata e mortadella tagliata molto finemente
 cotte al forno avvolte nella carta da forno con qualche cucchiaio di olio extravergine d'oliva e parmigiano reggiano cosparso per 20 minuti a 180°, poi per altre 10 minuti a 160° togliendo la carta da forno per formare un pò di crosta sopra.


Oggi, domenica è toccato al brodo di carne e cappelletti, poi involtini di tacchino ripiene di prosciutto cotto, bietoline (si possono usare anche gli spinaci) ed ementhal. Passate nella farina, cotte nei dadi aromatici con olio d'oliva fatte da me e surgelate, e a 10 min. dalla fine della cottura ho aggiunto mezzo bicchiere di vino bianco e tre cucchiai di passata di pomodoro. Ho cucinato le patate a parte, lasciandole un pò indietro, aggiunte agli involtini per finire la cottura aromatizzandole con il sughetto della carne.


Per questa settimana direi che sono stata ai fornelli anche troppo ! Buon Appetito !

3 commenti:

  1. Mamma mia che spettacolo Sally!

    RispondiElimina
  2. tutto sempre tanto buono e tutto da assaggiare mmmmmmmhhhhhh che fame!!!!!!

    RispondiElimina